Rubinetteria per la cucina, come scegliere le soluzioni più funzionali

rubinetto cucina

Rubinetteria per la cucina, in commercio oggi c’è un’ampia offerta di questi elementi. Ma non è sempre facile capire i modelli più adatti alle varie esigenze: ecco come fare

La cucina è tra le stanze più frequentate della casa: colazioni, pranzi, cene, ore ai fornelli e tanto tempo per rimettere tutto in ordine, magari dopo i tradizionali incontri in famiglia della domenica. Fondamentale la scelta della rubinetteria da cucina: occhi puntati sulla comodità, sulla funzionalità, sulla qualità dei materiali e sul design.

C’è chi preferirà un miscelatore con doccetta regolabile per poter pulire comodamente e in pochi secondi ogni punto del lavello, o un rubinetto semiprofessionale, oppure i modelli monocomando a parete. Sta di fatto che questi elementi sono indispensabili, hanno un valore unico in ogni casa e non bisogna assolutamente sottovalutare anche l’impatto estetico. Modelli in ottone cromato o satinato, versioni in acciaio inox, magari rivestito anche in diversi colori, eleganti finiture e superfici resistenti sia ai graffi che all’usura, quelli dotati di sistema di risparmio dell’acqua e così via.

È possibile trovare in modello perfetto e adatto alle proprie esigente? Certamente sì. Pensiamo ai miscelatori per lavello con rivestimento cromato, bocca medio-alta per riempire anche i contenitori più capienti, comoda doccetta estraibile per sciacquare al meglio padelle e pentole, insieme alla possibilità di poter controllare in qualsiasi momento volume e temperatura dell’acqua. Oppure i modelli in grado di ruotare a 360°, perfetti per i doppi lavelli, o quelli con doccetta professionale a molla che offrono la possibilità di selezionare un potente getto o uno più fine con la pressione di un pulsante. E per chi vuole tentare la carta della tecnologia, esistono rubinetti con luci a Led o che si attivano con un tocco: basta avvicinare il polso alla bocca per aprire o chiudere il flusso dell’acqua.

Il messaggio deve arrivare forte e chiaro: la rubinetteria per la cucina è sottoposta a numerose sollecitazioni, a un uso costante e quotidiano. Gli standard qualitativi devono dunque risultare necessariamente alti.

Non deve poi mai mancare la manutenzione. Per far sì che il rubinetto abbia lunga vita, si suggerisce l’utilizzo di un addolcitore, per prevenire il più possibile la formazione di calcare, insieme ad ugelli preferibilmente in silicone flessibile. E per chi vuole rispettare il più possibile l’ambiente, grazie a un rompigetto sarà possibile miscelare aria e acqua riducendo così il consumo di questo bene prezioso.

Per quanto riguarda la rubinetteria per la cucina, la scelta non è mai stata così ampia. La rubinetteria cucina Idroclic, ad esempio, presenta un ampio catalogo con soluzioni e proposte per tutte le tasche.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*