La Roma, superstite italiana in Champions

stadio olimpico

Il calcio è fatto di risultati scontati, la maggior parte delle volte, ma anche di piacevolissime sorprese. Quella della Roma che sconfigge il pluripremiato Barcellona nei quarti di finale della Champions League e vola alle semifinali è una delle ultime favole strepitose dello sport più popolare del mondo. Questa competizione, da sempre non solo la più prestigiosa ma anche la più esigente in assoluto per una squadra di club, permette a ogni tifoso di sognare oltremisura. La Roma, che non ha certamente il budget di Real Madrid, Bayern Monaco o Liverpool, è la piacevole sorpresa tra le quattro semifinaliste dell’edizione 2017-18. Dopo aver superato un girone sulla carta molto duro, nel quale era stata sorteggiata insieme ad Atletico Madrid e al Chelsea, la squadra allenata da Eusebio Di Francesco ha avuto prima ragione dello Shaktar Donetsk e poi è riuscita ad imporsi contro il Barça, che negli ultimi dodici anni aveva sollevato la coppa dalle grandi orecchie per ben quattro volte.

Arrivati al momento della verità, ossia quello delle semifinali, toccherà dare il meglio di sé. Tra i siti di scommesse, https://extra.bet365.it/news/it dà il Real Madrid la squadra con maggiori possibilità di vittoria di questa Champions League. Il club spagnolo, campione in carica e capace di annullare la maledizione secondo la quale statisticamente mai una squadra campione era tornata ad imporsi, cercherà adesso di vincere la terza consecutiva, la tredicesima della sua storia. A provare ad impedirlo sarà il Bayern Monaco, che ha cinque Champions in bacheca e sulla carta è l’avversario più temibile. Tra Roma e Liverpool si giocherà invece la doppia semifinale delle sorprese, dato che anche gli inglesi sono stati bravissimi ad eliminare il Manchester City di Pep Guardiola, una delle favorite di questa competizione. Dopo la gara d’andata di Anfield, quando gli uomini di Klopp vinsero per 3 a 0, il Liverpool è stato capace di vincere anche all’Etihad Stadium, proprio nel momento in cui la Roma batteva in casa il Barcellona.

I giallorossi e i reds arrivano dunque a braccetto in semifinale e saranno stati probabilmente contenti del sorteggio, dato che sulla carta il Real e il Bayern sono avversari più ostici e affrontarli in una gara unica potrebbe essere un’opzione più fattibile. Ma c’è un altro elemento da segnalare nel doppio scontro tra Roma e Liverpool: per i romanisti sarà l’occasione di prendersi una grande rivincita contro l’unica squadra che gli ha tolto la gloria di vincere la Champions. Nell’unica finale giocata dalla Roma in quella che allora era la Coppa dei Campioni, nella stagione 1983-84, i Reds furono capaci di vincere ai calci di rigore proprio allo stadio Olimpico, già designato sede della finale unica all’inizio della competizione. Per molti, quindi, questa sarà l’occasione di una vendetta storica, oltre che la possibilità di qualificarsi a una finale di Champions League.

Il prestigio e la gloria saranno di casa a Kiev, dove si giocherà la finale. Per la Roma, già protagonista di una grande Champions, giocarla sarebbe un’ulteriore sorpresa positiva.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*